Tu sei qui: Home » Turismo » Prenotare vacanze online è rischioso?

Prenotare vacanze online è rischioso?

Prenotare vacanze online è rischioso?Il 68% dei consumatori, su scala internazionale, prenota vacanze online ma, spesso qualcosa non va. Secondo le statistiche MarkMonitor il settore turistico è ormai quasi totalmente migrato su internet, così come lo shopping prepartenza ma, il 37% degli utenti riscontra dei problemi dovuti alla sicurezza dei dati delle proprie carte.

Dal barometro di MarkMonitor presentato a Milano si evince che il 68% dei consumatori intervistati in 8 Paesi diversi prenota viaggi e vacanze esclusivamente online ma, di essi il 37% però, in media una persona su tre, segnala di aver avuto un problema.

In sostanza dunque il canale c’è ma, senza dubbio deve essere migliorato per creare la giusta sicurezza della trasmissione dati per gli acquisti online.

Il 64% di essi dichiara di essersi affidato direttamente ai siti di compagnie aeree, della struttura o dell’autonoleggio scelto mentre la restante parte ha invece optato per siti di prenotazioni vacanze online come ad esempio Trip Advisor o Trivago dove l’elemento determinante per la scelta è l’offerta migliore al prezzo più basso.

Fra i consumatori delle Nazioni coinvolte nell’indagine ovvero Regno Unito, Stati Uniti, Germania, Francia, Danimarca, Spagna, Paesi Bassi ed l’Italia proprio il 76% dei nostri connazionali ha dichiarato di preferire questo tipo di piattaforme per prenotare vacanze online, sia estive che invernali.

In media dunque sette viaggi su dieci, per un motivo è per un altro, non soddisfano le aspettative del consumatore. In questo caso come si difendono gli utenti? Il 42% posta online una recensione negativa riguardo al sito di vacanze in questione, il 40% cerca di ottenere un rimborso dall’agenzia online interessata mentre il restante 18% decide di rivolgersi ad associazioni di tutela dei consumatori.

La maggior parte delle problematiche è legato al pagamento ovvero al furto oppure all’abuso dei dati della propria carta di credito.

Per accertare l’affidabilità di un sito per prenotare le proprie vacanze online possono rivelasi molto utili i social media, dove i consumatori hanno il potere di rendere note eventuali problematiche riscontrate con lo stesso in modo così da poter scegliere i migliori per farvi fare un preventivo prima di prenotare.

In Spagna ed Italia a prenotare vacanze online sono per la maggior parte giovani perché riescono con estrema facilità a trovare pacchetti vacanze low cost mentre per quanto riguarda il Nord Europa e gli Stati Uniti, la maggiore diffusione dell’e-commerce fa si che, anche la fascia di clientela più matura, prenota vacanze online con la differenza però che essi prediligono l’affidabilità e la reputazione del sito rispetto l’aspetto economico.